INCONTRA by RIFLESSISHOP FUJIFILM DAY

15 novembre 2018 | INCONTRA by RIFLESSISHOP e FUJIFILM ITALIA | Torino

INCONTRA, nuova realtà legata alla formazione ha inaugurato la sua apertura con un evento in collaborazione con Fujifilm Italia.

Scopo della giornata è stata la presentazione della X-T3 (a breve in commercio) e della GFX 50R, recentemente presentata al Photokina 2018.

Oltre al touch&try di tutta la gamma della serie X dalla casa giapponese, INCONTRA ha messo a disposizione i suoi nuovi locali dedicati alla formazione ed uno studio fotografico completamente allestito.

Il mio compito è stato quello di guidare tutti i partecipanti sul set fotografico, proponendo più di 20 schemi di illuminazione per poter testare al meglio l’attrezzatura nelle situazioni più varie.

Il set è stato corredato da luci a led GODOX ed accessori.

Un particolare ringraziamento va a tutti i partecipanti ma soprattutto alla modella Anna che non si è risparmiata per tutto il giorno e ci ha regalato grandi soddisfazioni.

Di seguito trovate alcune immagino che ho realizzato con la GFX 50S ed il 110mm f2.

Grazie :)

IL LABIRINTO OLTRE LO SPECCHIO

27 ottobre 2018 | X-Vision Tour 2018 | Milano | Torneria Tortona

Una giornata straordinaria, un esperimento che ha coinvolto molti dei partecipanti al workshop che si è svolto in questo sabato piovoso di Milano.

Un laboratorio vero e proprio, un’occasione per mettersi alla prova con se stessi ed essere protagonisti della propria esperienza.

Un’accoglienza ed una partecipazione straordinaria.

Mi sono davvero divertito….

Grande merito va soprattutto a Lucia che è stata capace di entrare in empatia con ogni fotografo che si è cimentato in questa esperienza.

Ogni fotografia di quelle che seguiranno sono la celebrazione del “presente” che hanno vissuto.

Sopra invece il mio contributo…

Grazie davvero a tutti.

FUJIFILM X-H1 - IN MOTION

Dopo la recensione per l'ambito fotografico (che trovate qui), ho pensato di vedere il comportamento della X-H1 anche in veste di strumento per il video.

Per l'occasione ho chiesto la collaborazione dei ragazzi di Robin Studio che mi hanno aiutato ad entrare nel cuore della macchina nella gestione del movimento.

Come già detto la X-H1 ha una doppia veste.

Nasce infatti come prodotto sia per fotografi professionisti che per videomaker.

Di questo secondo ambito parleremo in questo articolo.

In questi anni il mondo delle mirrorless ha conquistato quasi tutto il comparto dell'imaging non dimenticandosi di quello video.

Per Fujifilm è stato un avvicinamento in sordina.

Se l'area video per la serie X non era una priorità, lo è diventata per la X-H1.

Con il massiccio consumo del mezzo video nella vita quotidiana, questa macchina si colloca perfettamente nell'ambito delle produzioni multimediali essendo uno strumento assolutamente trasversale.

Le sue specifiche video oggi la rendono ideale anche per le riprese video professionali ad alti livelli.

MITAKON 35mm f0.95 - RECENSIONE

Ultimamente sento spesso l’esigenza di sperimentare.

Sempre alla ricerca per mettere a fuoco il mio stile, dare maggiore dettaglio ai miei desideri.

Ho visto in passato che un approccio diretto non mi ha dato grandi soddisfazioni, quindi anche se necessita di maggior tempo ho deciso di procedere per differenza.

Un risultato per sottrazione...

Come se per determinare una forma si guardasse lo spazio che rimane, che vi è intorno, anziché la forma stessa.

E’ un processo lungo ma che ti fa scontrare maggiormente con i tuoi desideri e ti obbliga ad assaggiare tutto prima di dire che non ti piace.

Ciò che rimane (a volte nulla) è l’essenziale, ciò che realmente vuoi o hai bisogno.

Anche l’attrezzatura che utilizzo nel mio lavoro, subisce passivamente questo processo.

Qualche tempo fa mi sono imbattuto sul Mitakon Speedmaster 35mm f/0.95 MK2 (Zhongyi Optics).

Cercavo una lente che desse maggiore risalto al primo piano, che facesse da sottratto dello sfondo.

FUJIFILM X-H1 - RECENSIONE

Parafrasando il vecchio spot MAXIBON...

"TWO IS MEI CHE UAN!"

Tanto è vero che la X-H1 nasce come prodotto sia per fotografi professionisti che per videomaker.

Se per l'ambito della fotografia professionale con le uscite degli ultimi anni Fujifilm si è conquistata importanti fette di mercato, per quello che riguarda il contesto video il margine di miglioramento era ancora generoso.

Lo sviluppo alla fine non si è fatto attendere poi troppo e ha avuto la sua espressione in questa X-H1. Infatti questa macchina consolida il suo utilizzo tra i professionisti, ma vuole conquistare l'ambito video in modo decisivo.

L'evoluzione è un processo che a volte implica il mutamento.

Come un serpente la X-T2 ha cambiato la sua pelle e si è trasformata in X-H1.

Non è chiaro al momento se ci troviamo difronte ad una nuova stirpe, uno spin-off della serie X-T, oppure alla trasformazione vera e propria.

Al di là di questa considerazione è evidente che la X-H1 intraprende una nuova direzione per la serie X.  

Al momento la X-T2 è uno dei traguardi migliori che la casa orientale ha segnato negli ultimi anni.

Forte dell'intensivo processo di sviluppo, la linea mirrorless, giro dopo giro, ha raggiunto la reputazione che gli spetta.

Nata nella terra di mezzo ha saputo sedurre entrambe le fazioni...il consumer e il professionale.

E' considerata da molti un mezzo trasversale, valido in qualunque ambito.

Da questo successo consolidato è nato il germoglio della X-H1. 

Come per alcuni dei precedenti lanci ho avuto il piacere di poter testare in anteprima il prototipo della macchina. 

Premetto che ciò che troverete scritto è frutto di opinioni personali e totalmente soggettive che vanno al di là del fatto che io collabori con Fujifilm Italia. Investo il mio tempo per queste recensioni per puro piacere personale e soprattutto perché questo mi offre l'opportunità di mettermi in discussione di continuo. Detto questo buona lettura...😎

Le nuove specifiche introdotte sono molte, precisamente X-H1 porta con se 19 migliorie operative che vedremo man mano descritte in questa recensione di prodotto.

PETER LINDBERGH - A Different Vision on Fashion Photoghaphy

L'indiscussa visione singolare di questo maestro è formalizzata in questa mostra allestita all'interno dell'altrettanto affascinante Reggia di Venaria.

Premetto che la mostra è molto bella e vale davvero la pena vederla.

Unica nota dolente è l'illuminazione che purtroppo è stata poco curata.

Detto questo per gustarla a pieno sono necessarie quasi 2 ore.

E' molto articolata e ricca di dettagli di ogni genere che vanno dalle polaroid alle attrezzature fino agli archivi.

E' un viaggio visivo che ripercorre i 40anni di carriera attraverso immagini senza tempo.